Ecco come fare addominali da seduti in ufficio

Addominali in ufficio? Sembra un controsenso, ma è possibile: basta ricorrere ai consigli degli esperti in fitness e salute.

Fermati a pensare a quanto tempo trascorri seduto a lavorare al computer. Siamo fatti per muoverci: una vita sedentaria è dannosa per il nostro organismo. Aumenta infatti il rischio di problemi cardiovascolari, obesità e mal di schiena – senza parlare dello stress accumulato. D’altra parte, molti lavoratori e studenti non hanno tempo o possibiità di andare a correre o in palestra. I più fortunati (ed energici) possono fare esercizi la mattina presto, la sera tardi o in pausa pranzo, ma gli altri?

Addominali in ufficio - semplici esercizi per il benessere

Perché fare addominali in ufficio?

Per chi non ha davvero un minuto di respiro – e per i più pigri – esistono semplici esercizi da fare in ufficio. Ne abbiamo parlato in un post precedente, indicando alcune serie di movimenti per mantenersi in forma stando seduti alla scrivania. Non sarà possibile avere un fisico scolpito solo con questi esercizi, ma se li abbiniamo ad una dieta equilibrata e ad altre sane abitudini, potremo compensare in parte gli effetti di una vita sedentaria.

Questa settimana ci concentriamo sugli addominali. Una zona addominale tonificata non è solo esteticamente piacevole: ci aiuta anche ad evitare il mal di schiena. Mantenendo efficiente la muscolatura dell’addome, infatti, non scaricheremo tutto il peso sulle vertebre.

Eliminare la famosa “pancetta” è un beneficio aggiunto. La dieta è solo parte del lavoro: senza un regolare esercizio, i muscoli si rilassano e la pancia piatta resta lontana. Vediamo allora cosa fare per stare in forma con poco!

Come fare addominali in ufficio

In questo video Sonia Di Lorenzo, diplomata ISEF, ci spiega come fare alcune serie di addominali in ufficio. Non occorre nemmeno alzarsi dalla sedia. (Fonte: PianetaDonnaChannel)

Sedersi e appoggiare bene la schiena alla sedia. Posizionare la sedia rispetto alla scrivania in modo da mantenere le braccia distese e parallele, in linea con le spalle. Appoggiando le mani sul bordo della scrivania. Piegare le gambe e solleviamo le ginocchia fino a portarle in mezzo alle braccia. Distendere le gambe mantenendole sollevate e parallele al suolo. Ripetere alcune volte, ricordandosi di inspirare quando si piegano le gambe ed espirare quando si stendono. Controllare la respirazione, inspirando ed espirando a fondo, anche durante le pause fra una serie e l’altra.

Si tratta di un esercizio semplice che non richiama molto l’attenzione. Per la massima discrezione, puoi approfittare della pausa pranzo ed eseguire qualche serie mentre i colleghi sono fuori ufficio. Il trucco è disporre di una decina di minuti ogni giorno e praticare con costanza. Solo con la buona volontà potremo, dopo qualche settimana, vedere i risultati.

Come fare addominali in ufficio da seduti

Altri esercizi per allenare gli addominali in ufficio

Ci sono altri esercizi per gli addominali in ufficio che richiedono davvero poco tempo e spazio.

L’esercizio più facile consiste nel divaricare leggermente le gambe stando seduti e mantenerle in posizione per qualche secondo. Riposare e ripetere quante volte possibile: il movimento non sarà notato da chi condivide l’ufficio con noi. L’esercizio permette di contrarre gli addominali bassi. (Fonte: Elle.it)

Un altro esercizio per gli addominali in ufficio prevede di stare seduti, con la schiena dritta ma non appoggiata alla sedia, e distendere le gambe. Sollevare le gambe contemporaneamente mantenendole a circa 20 cm dal suolo. Restare così per alcuni secondi, riposare e ripetere. È una variante dell’esercizio che abbiamo visto in video, ma che passa ancora più inosservato. (Fonte: LeiTV)

Anche una semplice rotazione del tronco aiuta a tonificare i muscoli addominali. Da seduti, con la schiena eretta, ruotare il busto facendo perno sulla vita (quindi mantenendo il bacino fermo sulla sedia). Ruotare verso un lato, mantenere per cinque secondi e ripetere sull’altro lato. (Fonte: Wikihow)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*